Si è conclusa la Rassegna "QUARTA PARETE: giovane è il teatro" dedicata al pubblico più giovane.

Ci piace ricordare le quattro splendide mattinate con il teatro abitato da giovani, ragazzi che hanno riempito tutti gli spazi (dal foyer al palco, dagli uffici al loggione e anche giù nei camerini) di questo splendido bene della comunità con la loro prorompente energia! Tutti insieme a scoprire la nuova rassegna e a raccontarsi, ognuno con i propri mezzi.

 

La rassegna è andata bene, compreso l'appuntamento del 14 dicembre con l'incantevole spettacolo "Cantare all'amore" in sostituzione di "Else. Andante cantabile con brio" programmato per il 5 dicembre. Di seguito una nota dei protagonisti:
"Volevamo lavorare sull’amore, poi ci siamo ritrovati a cercarlo, e a chiederci se il nostro tempo fosse ancora in grado di calzarlo questo sentimento che sembra non appartenerci più. Viviamo in un tempo vittima della precarietà, del ribaltamento delle priorità, della pubblicità di falsi modelli, che ci richiede quotidianamente di trovare delle soluzioni immediate.
Così come sappiamo fare a meno del tempo del pensiero, del tempo del desiderio, del tempo della tranquillità, forse ormai, sappiamo fare a meno anche del tempo dell’amore.
Allora abbiamo creduto necessario, prima di tutto, chiedersi se parlare del sentimento più discusso di tutti i tempi potesse essere un modo per frantumare le abitudini, per scorticare l'indifferenza, per mettersi nella condizione di abbattere la superficialità e iniziare a vedere le cose di lato.
Ecco che ci è sembrato doveroso, in questa nostra ricerca, ristabilire un contatto, mischiarci tra la gente e ascoltarne tristezze e umori buoni per provare a raccontarlo davvero l’amore, questo sentimento umano che non fa più storia, ma che è alla base di tutte le storie, per capirne i cambiamenti, gli assestamenti e le trasformazioni"

 

Commovente la serata del 29 novembre con lo spettacolo di Armamaxa Teatro - Croce e Fisarmonica: se passi da casa mia fermati - dedicato alla figura di don Tonino Bello"E se vi dicono che afferrate le nuvole, che battete l’aria, che non siete pratici, prendetelo come un complimento! Non fate riduzione ai sogni. Non praticate sconti all’utopia" (don Tonino Bello).

Non ultimi, infine, l'applaudito ritorno di Mario Perrotta a Nardò, con lo spettacolo dedicato all'artista Antonio Ligabue - Un Bés -, e i lavori del Teatro le Nuvole, con La grande magia di Eduardo del Filippo, e di TerramMare Teatro, con la replica tanto attesa di "L'uomo che inventò i Beatles".

Con il nuovo anno continuano gli appuntamenti della compagnia impegnata in varie repliche delle sue produzioni - inserite nella sezione CALENDARIO - (vedi QUI) - e ripartono i progetti di cui, appena possibile, vi faremo sapere.

No categories found